| Fornitori Ufficiali | Sponsors | Partners istituzionali | Rosacittiglio | Info | Links | Fotogallery |
 
Home arrow Trofeo Binda 2012 arrow LA PROVINCIA DI VARESE E I FORTI VALORI DEL TROFEO ALFREDO BINDA
Venerdė 22 Gennaio 2021

Menu principale
Home
Contatti
Programma Trofeo Binda 2015
Percorso Trofeo Binda 2015
Trofeo Da Moreno Juniores 2015
Info Hotel
Albo d'oro Trofeo Binda
Albo d'oro Trofeo Da Moreno
Trofeo Binda 2015
Trofeo Binda 2014
Trofeo Binda 2013
Trofeo Binda 2012
Trofeo Binda 2011
Trofeo Binda 2010
Trofeo Binda 2009
Trofeo Binda 2008
Varie
Eventi
Campionati Italiani 2013

            

Volontari 2014
Registrati Registrati
World Cup 2014

logo world cup

                               
Quanto manca
Oggi
22. January 2021, 11:39
mancano al
29. March 2015, 13:30
0 giorni
0 ore
0 minuti

    

    

 

      

       

    

     

  

 

                Con il patrocinio di

 

  

 

LA PROVINCIA DI VARESE E I FORTI VALORI DEL TROFEO ALFREDO BINDA

LA PROVINCIA DI VARESE E I FORTI VALORI DEL TROFEO ALFREDO BINDA - COPPA DEL MONDO DONNE

 Mancano ormai solo poche pedalate all’appuntamento di domenica prossima con il 14° Trofeo Alfredo Binda, prova italiana di Coppa del Mondo di ciclismo femminile. Questa mattina,  alle ore 10, nel sempre affascinante contesto di Villa Recalcati, il presidente della Cycling Sport Promotion Mario Minervino ha svelato alla stampa le ultime novità sulla manifestazione: "Nel weekend saranno impegnate sulle strade del Varesotto ben 29 squadre, record assoluto per la nostra corsa". A fare gli onori di casa erano presenti in sala il presidente della Provincia di Varese, Dario Galli, l'assessore provinciale allo sport, Giuseppe De Bernardi Martignoni, e la direttrice di "Varese Land of Tourism", Paola Della Chiesa.

Dario Galli, Presidente della Provincia di Varese: «Porto i saluti anche di Bruno Amoroso che avrebbe dovuto essere presente in rappresentanza sia di camera di Commercio che dell’Agenzia per il turismo. Varese ama il ciclismo professionistico e amatoriale. Qui da noi la passione è grande e la società hanno ormai importanti competenze sportive e organizzative. Grazie al loro lavoro riusciamo ad avere sul nostro territorio eventi di portata mondiale. Siamo poi tra le prime province in Italia per numero di chilometri di piste ciclopedonali, percorsi che hanno una ricaduta importante a livello di promozione del territorio e di turismo. L’obiettivo è quello di creare un unico circuito, in piena sicurezza, che attraversi tutta la nostra provincia dai confini con la svizzera fino alle piste del Parco del Ticino, il che significa arriva in bicicletta fino a Pavia, attraversando il nostro territorio in contesto ambientale di grande pregio. Infine vorrei chiudere con una novità, legata a Noemi Cantele. Con questa campionessa la tradizione dei nostri campioni viene confermata. La Cantele è un esempio per i giovani: inappuntabile a livello agonistico, ma anche per i tanti interessi culturali al di fuori dell’attività agonistica. Non dimentichiamo che è riuscita a conciliare sport ad altissimo livello e studi, ad esempio. Oggi è una figura di rilievo internazionale ed è per tutti questi motivi che sarà la testimonial della nostra provincia e dell’Agenzia del turismo».

Giuseppe De Bernardi Martignoni, Assessore allo Sport della Provincia di Varese: «Quella di Cittiglio è l’unica tappa di Coppa del Mondo che si corre in Italia. Un altro primato che fa della nostra provincia una terra di sport ad altissimo livello. Il ciclismo da noi vanta storia e tradizioni, eventi mondiali e campioni. Abbiamo società che portano avanti con competenza e passione l’attività agonistica a tutti i livelli e per tutte le categorie. A tutti va un ringraziamento particolare per quanto fanno, perché è grazie a loro, ai loro successi, alla capacità di organizzare gare e grandi eventi che il nome di Varese continua ad avere una vetrina importante ogni volta che si parla di ciclismo».

Paola Della Chiesa, Direttore Agenzia per il turismo della Provincia di Varese: «L’appuntamento con la Coppa del mondo offre l’opportunità di fare una serie di riflessioni su come questo territorio sta dimostrando grande sintonia su una serie di tematiche e progetti. Mi riferisco alla volontà di avvicinare i giovani e le scuole a questo sport e alla scoperta della nostra bellissima provincia, oppure al progetto Recycling legato all’appuntamento di Cittiglio o ancora al Bike Hotel che coinvolge una serie di nostri alberghi. Iniziative non solo condivise, ma anche realizzate con una serie di progetti dall’Agenzia, impegnata proprio nella promozione del turismo green. Non dimentichiamo che proprio l’Agenzia è nata per fare da regia del territorio e dare impulso a progetti e iniziative finalizzate alla promozione di un turismo sostenibile e che abbia al centro la nostra bellissima provincia».

Mario Minervino, presidente di Cycling Sport Promotion e organizzatore dell’evento: «Questa gara ogni anno cresce e mette in campo una serie di novità importanti. Grazie al lavori di tutti, delle istituzioni, della RAI, delle società, delle squadre che partecipano, dei volontari e delle forze dell’ordine che ci danno un supporto indispensabile. Vorrei poi sottolineare anche come sono in crescita i numeri legate alle scuole, che da tempo coinvolgiamo offrendo ai ragazzi una serie di spunti e occasioni di divertimento e di scoperta di uno sport bellissimo come il ciclismo. Quest’anno avremo al via della gara tutte le migliori atlete al mondo, tra di loro ci sono la campionessa olimpica, la campionessa mondiale, la campionessa Europea e la campionessa italiana. In tutto ci saranno 17 atlete titolate per uno spettacolo sportivo che si annuncia davvero esaltante».

Alla conferenza stampa erano anche presenti i rappresentanti di Ubi banca popolare di Bergamo, Maria Ida Piazza, Assessore allo Sport di Varese, Giuseppe Galliani, vicesindaco di Cittiglio, Roberto Bianchi, assessore allo Sport di Laveno e Roberto Morselli, consigliere provinciale e presidente del Gal.

 
< Prec.   Pros. >

 

              

Media Partners

Archivio Brochure Gare
Chi e' online
Binda: il ricordo di un mito