| Fornitori Ufficiali | Sponsors | Partners istituzionali | Rosacittiglio | Info | Links | Fotogallery |
 
Home arrow Trofeo Binda 2013 arrow SUCCESSO STRAORDINARIO DI ELISA LONGO BORGHINI NEL TROFEO ALFREDO BINDA
Venerdė 9 Dicembre 2022

Menu principale
Home
Contatti
Programma Trofeo Binda 2015
Percorso Trofeo Binda 2015
Trofeo Da Moreno Juniores 2015
Info Hotel
Albo d'oro Trofeo Binda
Albo d'oro Trofeo Da Moreno
Trofeo Binda 2015
Trofeo Binda 2014
Trofeo Binda 2013
Trofeo Binda 2012
Trofeo Binda 2011
Trofeo Binda 2010
Trofeo Binda 2009
Trofeo Binda 2008
Varie
Eventi
Campionati Italiani 2013

            

Volontari 2014
Registrati Registrati
World Cup 2014

logo world cup

                               
Quanto manca
Oggi
9. December 2022, 00:21
mancano al
29. March 2015, 13:30
0 giorni
0 ore
0 minuti

    

    

 

      

       

    

     

  

 

                Con il patrocinio di

 

  

 

SUCCESSO STRAORDINARIO DI ELISA LONGO BORGHINI NEL TROFEO ALFREDO BINDA

SUCCESSO STRAORDINARIO DI ELISA LONGO BORGHINI NEL TROFEO ALFREDO BINDA - SECONDA PROVA COPPA DEL MONDO DONNE 2013

 

 

Straordinario successo di Elisa Longo Borghini oggi a Cittiglio (VA) nel trofeo Alfredo Binda – seconda prova di Coppa del Mondo. L’azzurra, medaglia di bronzo ai mondiali su strada, ha sovvertito il pronostico, che vedeva favorita l’olandese Vos, ed ha vinto per distacco la gara al termine di una fuga di trentasette chilometri iniziata in compagnia dell’australiana Amanda Spratt, poi seminata lungo la terza ascesa per Orino. Per la Longo Borghini si tratta del successo più importante in carriera. La gara ha preso avvio ufficioso da Laveno Mombello sotto la pioggia che non ha mai dato tregua alle 160 atlete impegnate in questa competizione che ha visto la partecipazione di 29 squadre, ventinove nazioni e si è sviluppata su un percorso di 120 chilometri con le ascese di Brinzio, affrontata una volta, e Orino, superata ben cinque volte nel circuito finale. Dopo il via la carovana ha percorso la pista ciclabile per Cittiglio dove è avvenuta la partenza ufficiale. Quindi il gruppo ha pedalato compatto fino allo scatto di: Shara Gillow (Orica AIS), Ashleigh Moolman (Lotto Belisol), Jessie Daams (Boels Dolmans) e Karol Ann Canuel (Vienne Futuroscope). Il quartetto ha conquistato un vantaggio massimo di 60 secondi attorno al quarantesimo chilometro con il gruppo che ha dato l’impressione di poter controllare facilmente la situazione. Infatti la fuga è stata annullata al km 73.

 A circa 30 chilometri dalla conclusione, però, la corsa ha avuto un sussulto con l’attacco di Elisa Longo Borghini (Hitec Products) e Amanda Spratt (Orica AIS) che hanno conquistato un piccolo vantaggio sulle migliori. Sul penultimo passaggio per Orino la Longo Borghini è riuscita a staccare l’avversaria e a pedalare in solitudine. A quel punto ci si aspettava la reazione del gruppo che invece ha dovuto subire la forza di Elisa Longo Borghini che ha continuato ad accrescere il proprio vantaggio fino alla conclusione. All’arrivo a Cittiglio il pubblico è impazzito di gioia vista la schiacciante superiorità dell’azzurra. Ad un minuto e 44” secondi di ritardo al secondo posto si è piazzata la svedese Emma Johansson mentre sul terzo gradino del podio è salita l’olandese Eleonora Van Dijk. La favorita Marianne Vos si è classificata al sesto posto. Dopo due prove l’olandese Vos conserva il primo posto nella classifica di Coppa del Mondo davanti a Emma Johansson e Eleonora Van Dijk.

AN EXTRAORDINARY SUCCESS FOR ELISA LONGO BORGHINI AT THE TROFEO BINDA - SECOND STAGE OF THE WORLD CUP 2013

An extraordinary success for Elisa Longo Borghini today in Cittiglio (Varese) at the Trofeo Alfredo Binda – second stage of the Women’s World Cup. The Italian bronze medalist in the world road championships, confounded every prediction and crossed the finish line in Cittiglio in complete solitude, after breaking from the pack 37km out, first with the Australian Amanda Spratt, then gaining more ground during the third lap uphill to Orino.

This is the most important victory in Longo Borghini’s career.

The race started unofficially from Laveno Mombello, under driving rain which never let up on the 160 athletes, from 29 teams, and covered 120km with one uphill climb to Brinzio, but with the climb to Orino repeated five times in as many laps.

Following the unofficial start, the group cycled along a newly opened cycle track towards Cittiglio, where the race started officially. The group remained compact until Shara Gillow (Orica AIS), Ashleigh Moolman (Lotto Belisol), Jessie Daams (Boels Dolmans) and Karol Ann Canuel (Vienne Futuroscope) broke away. The foursome achieved at best a 60-second advantage around the 40km mark, but the group seemed to have the situation under control and indeed rejoined the four at 73km.

At about 30km from the finish line, the race became exciting, with the attack of Elisa Longo Borghini (Hitec Products) and Amanda Spratt (Orica AIS) who succeeded in obtaining a small advantage over the front riders. On the second last stretch towards Orino, Longo Borghini managed to break away from her adversary and continued on in solitude. Then a reaction from the group was expected, but Eliza Longo Borghini continued to widen her advantage right until the end of the race.

At the finish line in Cittiglio, the public went crazy at the huge advantage of the Italian rider. One minute and 44 seconds later, Swedish rider, Emma Johansson, took second place, while third went to Dutch athlete Eleonora Van Dijk.  

The favorite, Marianne Vos, came in sixth.

Following two Dutch stages, Vos maintains first place in the overall World Cup  classification, in front of Emma Johansson and Eleonora Van Dijk

 
< Prec.   Pros. >

 

              

Media Partners

Archivio Brochure Gare
Chi e' online
Binda: il ricordo di un mito